SEQUENCE SHOT FILM FF 2017

12.09.2017

martedì 12 settembre 2017 presso Museo Novecento e Serre Torrigiani
Il Festival nasce nel 2016, da un'idea di Graziano Staino, con l'intento di promuovere opere di tutto il mondo realizzate interamente in piano-sequenza, tecnica cinematografica che consiste nella modulazione di una sequenza (un segmento narrativo autonomo) attraverso una sola inquadratura.
Firenze 12 settembre nei suggestivi spazi del Museo Novecento e delle Serre Torrigiani si è ufficialmente svolta l'edizione 2017 del Sequence Shot Film Festival diretta dai registi Graziano Staino e Lorenzo Bechi e dal critico cinematografico Enrico Ghezzi ( già presidente di giuria della prima edizione).
Alle 18:30, presso l'Altana del prestigioso Museo Novecento in piazza S.Maria Novella, si è svolto l'incontro-studio "Oroborus, il piano-sequenza e l'infinito", avente come soggetto l'analisi del concetto di piano-sequenza trasposto nelle più svariate discipline artistiche.
Durante l'incontro è stato proiettato "Oroborus - Enrico Ghezzi, il piano-sequenza e l'infinito", film realizzato da Enrico Ghezzi, Lorenzo Bechi, Roberto Schoepflin e Graziano Staino, nel quale il critico cinematografico, ripreso da sette telecamere, analizza e sviscera il concetto di piano-sequenza nell'era digitale.
Dopo un intervento in diretta dello stesso Enrico Ghezzi si è passati alla proiezione del cortometraggio "ARTURO" realizzato dall'artista visivo Alessandro Bavari, presente all'incontro, insieme all'illustratore Theo Caneschi, il quale si è concentrato in una realizzazione live dell'Oroborus.
Alle 20:30, nell' affascinante contesto delle Serre Torrigiani, si è tenuta la Rassegna-Festival internazionale, dedicata ad opere realizzate esclusivamente in piano-sequenza, a cura di Graziano Staino e Lorenzo Bechi.
All'interno della Serra più grande è stata allestita una sala cinematografica dove sono state proiettate le opere in concorso: 12 per la rassegna internazionale e 4 per quella italiana.
La Giuria del festival, composta dalla Presidente della Toscana Film Commission Stefania Ippoliti, dall'attrice Giusi Merli, dall'artista Alessandro Bavari e dal disegnatore Theo Caneschi è stata chiamata a decretare i due vincitori del festival:
- miglior film internazionale
- migliore opera italiana.
Oltre allo schermo cinematografico principale, altri due schermi secondari hanno mostrato al pubblico "Oroborus - Enrico Ghezzi, il piano sequenza e l'infinito".